mercoledì 30 gennaio 2013

si riparte

Tanto tempo fa (aprile 1999) lanciavo un sito dedicato a 2001: odissea nello spazio. Non era il primo in italiano, onore che spetta al defunto www.look.it/2001/ di Mauro Mele.

Ma nonostante le inevitabili ingenuità dovute all'età l'avevo realizzato con passione e mi attirò attenzioni della CNN italia (mi mandò una mail una tizia che doveva scrivere un articolo per il loro portale italiano - chissà che fine ha fatto!), dall'Istituto Luce (che si occupò della ri-distribuzione del film nel 2001) e da Federico Greco, che ringrazio ancora di avermi citato nel volume "Stanley & Us".
Per lui redassi una breve bibliografia che venne pubblicata su un altro portale stramorto, cinemazip.it.

Sono passati quasi 14 anni ed è ora di ricominciare, perchè 2001 è rimasto il film che mi ha fatto piangere di emozione quando avevo 10 anni e l'ho visto la prima volta (era il 1984).

Insomma, come avevo detto all'epoca citando il poster del ritorno del film nei cinema nel 2001,


5 commenti:

  1. Virginio Zaffaroni, Saronno17 febbraio 2013 16:14

    Scopro ora questo Blog. 2001 è il film della vita, la mia e di due fraterni amici. Giovanissimi, lo scoprimmo assieme in una sala cinematografica di Saronno o Legnano tra il 1969 e il 1970. Fu amore unico e a prima vista. Qualcosa che andava oltre la fantascienza, qualcuno che parlava più per immagini (perchè questo per me è lo specifico cinematografico), che parlava dentro di noi oltre che a noi.
    Nel 2001, nell'anno in cui si collocavano gli eventi della Discovery, il film tornò nelle sale. Lo rivedemmo in una grande Multisala di Melzo, noi tre amici. Ancora emozione, ancora senso dell'eterno, dell'infinito, la percezione di un altrove sconosciuto dentro di noi. "Qual'è il tuo film preferito, qual'è il film della tua vita?" Tra le poche domande nella vita per cui ho avuto sempre una risposta immediata e definitiva: 2001 Odissea nello Spazio. Complimenti per avervi dedicato un blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Virginio, ti ringrazio tanto per il tuo commento. E' inutile che ti dica che qui sei tra amici. Per motivi di età non ho potuto vedere 2001 al cinema nell'anno della sua uscita; ma a Melzo c'ero anch'io, ed è stata un esperienza indimenticabile.

      Io l'ho visto per la prima volta quando avevo 10 anni, e ovviamente poche settimane dopo (5° elementare), quando ci fu da fare un tema sul tuo film preferito, stavo già scrivendo di 2001.

      Dato che presi un voto non particolarmente alto, mia madre mi apostrofò con: "Ma come, questo film doveva essere il tuo cavallo di battaglia!" :-)

      Elimina
  2. Ben ritrovato!
    Taeter

    RispondiElimina
  3. Complimenti per questo blog, che mi sembra bellissimo. Dopo averlo "scoperto" non ho ancora avuto il tempo materiale per esplorarlo a fondo, ma non dubito che lo farò nell'immediato futuro. L'argomento lo merita, e la realizzazione pare all'altezza: c'è la passione e c'è l'informazione... cosa si potrebbe volere di più?!
    Anche per me "2001 Odissea nello Spazio" è una delle pietre miliari irrinunciabili nel mio amore (un po' appassito ma sempre presente) per la fantascienza. Lo vidi per la prima volta da adolescente, quando le impressioni su qualunque cosa sembravano più vivide e incisive, ma avendolo rivisto anche in seguito non ho mai cambiato idea: dopo "Blade Runner", è questo il film irrinunciabile.
    Kubrick in sè come regista non è che mi entusiasmi al massimo, penso che chi abbia avuto a che fare con lui e con i suoi maniacali atteggiamenti non sempre possa averne un ottimo ricordo: con questo film però è entrato a pieno titolo nella storia della sf, e ciò basta a farne un grande.

    RispondiElimina
  4. Vedo che questo è il primo post del blog, dell'eccellente blog: me lo sono già spulciato tutto a ritroso :) Anche per me questo film ha fondato la mia visione sul cinema, per me è quasi la definizione stessa del cinema. Ho avuto la fortuna di vederlo per la prima volta in sala (ma già diverse volte su vhs ovviamente) nel 2001 quando venne ridistribuito. Fui fortunato perchè a Napoli non era prevista una delle proiezioni celebrative, tant'è che arrivò quasi un mese dopo rispetto alle altre poche città. Non venne proiettato in 70mm, come rigidamente richiesto dalla famiglia Kubrick, perchè se non ricordo male lo schermo non era delle dimensioni giuste (nonostante fosse già piuttosto grande rispetto a tutti gli altri schermi presenti in città all'epoca), o forse il proiettore non era adatto (ecco, mi servirebbero delucidazioni sul 70mm).

    Solo una precisazione: "non ci sono stati altri viaggi" è una tagline eccezionale ma non veritiera :) Un altro viaggio c'è stato e forse è quello l'unico possibile :) Penso che tirerò fuori l'argomento con un commento ad un altro post.
    Ciao.

    RispondiElimina